sabato 12 marzo 2016

Charlotte Brontë - Storie di Geni e di Fate - Cura e traduzione di Maddalena De Leo



Autrice: Charlotte Brontë - Testo inglese a fronte
Cura e traduzione di Maddalena De Leo
Titolo: Storie di Geni e di Fate
Editore: L’ArgoLibro
Collana: La Penna dello Scrittore
Codice ISBN: 978-88-98558-68-1
Anno di pubblicazione: 2016 
Numero pagine: 138
Copertina: cartoncino brossurato, sovraccoperta a colori
Formato: 16x24
Prezzo di copertina euro 14,00 – Incluse spese di spedizione (Piego libri non tracciato) in Italia
Per ordini dall’estero contattare la casa editrice all’indirizzo largolibro@gmail.com
Per info e ordini: largolibro@gmail.com 
Per contattare Maddalena De Leo:  deleom@tiscali.it 

Cliccate sul pulsante qui di seguito per l'acquisto tramite PayPal. 
Per acquistare tramite Postepay o bonifico bancario, contattate la casa editrice all'indirizzo largolibro@gmail.com



Una grandissima iniziativa editoriale, quella di “L’ArgoLibro”, che presenta – per la prima volta tradotti in Italia – i racconti “Un’avventura”, “La ricerca della felicità” e “Le avventure di Ernest Alembert” di una Charlotte Brontë adolescente.
La traduttrice, la Professoressa Maddalena De Leo, ha curato ogni particolare della pubblicazione, che si presenta testo a fronte e quindi particolarmente adatta anche per tutti coloro che desiderano raffrontare il testo originale e la traduzione.
Siamo all'inizio di un quinquennio particolare per la famiglia Brontë, per varie ricorrenze, tra le quali nel 2016 spicca proprio il bicentenario della nascita di Charlotte, nata il 21 aprile 1816 a Thornton, ma vissuta a Haworth nello Yorkshire.
Maddalena De Leo è studiosa particolarmente indicata, per la cura di questa pubblicazione. Socia della Brontë Society sin dal 1975, è la rappresentante della Sezione Italiana della Brontë Society oltre che consulente editoriale per l’Italia della rivista letteraria Brontë Studies.
Sfogliando questo libro, ci immergiamo nell’appassionante mondo “costruito” dalla fantasia di Charlotte, Emily, Anne e il fratello Branwell, con protagonisti gli Young Men, cioè i dodici soldatini regalati qualche anno prima dal padre. È sicuramente stupefacente, come sottolinea la stessa curatrice, che la mente di una quattordicenne abbia potuto immaginare avventure così complesse e ricche di particolari.
Il secondo dei tre racconti ci porta, insieme al protagonista, a ricercare e definire il concetto di felicità, qualcosa di semplice e a portata di mano che invece spesso andiamo a cercare lontano, mentre il terzo racconto ci fa partire per un viaggio coinvolgente che ci porta fra i geni e le fate proiettandoci in un mondo da sogno. Eccone l'incipit:
“Tanti anni fa viveva in un villaggio un giovane di nome Ernest Alembert. Veniva da una razza nobile e antica ma uno dei suoi antenati era stato decapitato perché sospettato di alto tradimento, per cui la famiglia da quel momento era decaduta a poco a poco sino a che, a lungo andare, l’unico suo discendente era rimasto il giovanotto di cui sto per scrivere.”


A great publishing initiative, that of "The ArgoLibro" which presents - for the first time translated into Italian – the following tales " An Adventure", "The Pursuit of Happiness" and "The Adventures of Ernest Alembert"  written by Charlotte Brontë when she was a teenager.
The translator, Professor Maddalena De Leo, took care of every detail of the publication, which occurs parallel English text and therefore particularly suitable for those who wish to compare the original and the translated version.
We are at the beginning of a special five-year period for the Brontë family, for various occasions, including in 2016 right the bicentenary of the birth of Charlotte, born on 21st April 1816 in Thornton, even if she lived in Haworth in Yorkshire.
Maddalena De Leo is a scholar particularly suitable for the care of this publication. A member of the Brontë Society since 1975, she is the representative of the Italian Section of the Brontë Society as well as editorial consultant for Italy of the literary magazine Brontë Studies.
Leafing through this book, we will enjoy the fascinating world "constructed" by the imagination of Charlotte, Emily, Anne and their brother Branwell, with the Young Men as protagonists, that’s to say the twelve soldiers given away a few years earlier by their father. It is definitely amazing, as pointed out by the same curator, that the mind of a fourteen year old could have imagined adventures so complex and rich in detail.

The second of the three stories brings, along with the main character, to seek and define the concept of happiness, something simple and within reach instead often go looking far away, while the third story makes us go on an exciting journey that brings between genes and fairies projecting us into a dream world. 

Qui trovate "The Sisters' Room", il primo blog italiano/inglese interamente dedicato alle sorelle Brontë

Qui trovate la pagina Facebook

Nessun commento:

Posta un commento